mail unicampaniaunicampania webcerca

    Corso di Laurea in Biotecnologie

    Durata: 3 anni

    Classe: L-2 - Biotecnologie

    Tipo di accesso: numero programmato locale

    Presidente: Margherita SACCO

     

      Regolamenti

      Manifesto degli studi

      Orario delle lezioni  

      Diario esami

      Sedute di laurea

      Assicurazione della qualità

     

    Il corso di laurea in Biotecnologie ha l'obiettivo di formare laureati che posseggano un'adeguata padronanza di strumenti e competenze nei diversi settori delle discipline biotecnologiche e un grado di professionalità adeguatamente spendibile nel mondo del lavoro. I laureati in Biotecnologie avranno acquisito le basi di conoscenza necessarie per proseguire con successo gli studi nel campo delle applicazioni biotecnologiche più avanzate. Il corso prevede una fase di formazione scientifica di base di discipline matematiche, chimiche e fisiche al fine di fare acquisire allo studente le competenze e gli strumenti conoscitivi e tecnici per lo studio teorico-sperimentale dei fenomeni biologici. Successivamente è prevista una fase di formazione biologica di base con l'obiettivo specifico di far acquisire allo studente le competenze conoscitive e le abilità tecniche rilevanti per lo studio dei fenomeni biologici a livello molecolare, cellulare e tissutale. Infine una fase di formazione consentirà allo studente di acquisire le competenze conoscitive e le abilità tecniche rilevanti per la utilizzazione di sistemi biologici finalizzata alla produzione di beni e servizi, con particolare riguardo alle applicazioni nel campo industriale, medico, farmaceutico, ambientale e alimentare. La frequenza ai corsi è obbligatoria. Lo studente dovrà garantire la partecipazione ad almeno i due terzi delle attività d'aula e di laboratorio. L'accesso al corso di laurea è a numero programmato, subordinato al superamento di una prova di ammissione.

    Il corso di laurea in Biotecnologie fornisce agli studenti un’adeguata padronanza di metodologie e conoscenze per proseguire con successo gli studi (corsi di Laurea magistrale, Master di I livello), ma che consenta loro anche un accesso diretto al mondo del lavoro.
    L'attività dei laureati in Biotecnologie consiste nell'applicare metodologie definite e conoscenze consolidate riguardanti le scienze della vita utilizzando le tecnologie più moderne per attività di servizio o di produzione.
    In particolare essi possono: 
    -svolgere attività di controllo dei prodotti biotecnologici rispondenti ad esigenze di miglioramento delle condizioni alimentari, sanitarie, ambientali e socioeconomiche; 
    -svolgere attività di ricerca su prodotti derivanti da modificazioni geniche, o su servizi ottenuti da prodotti geneticamente modificati, al fine di ottenere dei beni o dei servizi; 
    - applicare e sviluppare procedure e tecniche analitiche per condurre test e analisi biochimiche, biologico-molecolari, microbiologiche, virologiche, farmacologiche, ematologiche e immunologiche;
    - utilizzare e sviluppare strumenti bioinformatici di supporto alle attività di laboratorio.

    competenze

    I laureati in Biotecnologie possono trovare occupazione presso di laboratori di ricerca di base e/o applicata in ambito sanitario, ovvero in strutture del Sistema Sanitario Nazionale, e laboratori pubblici e privati; aziende di vari settori (biotecnologico, industriale, alimentare, farmaceutico, veterinario); in strutture universitarie o altri enti di ricerca pubblici e privati; studi professionali multidisciplinari, impegnati nei campi del controllo, della valutazione e gestione dell'impatto ambientale, della elaborazione di progetti per la conservazione e per il ripristino dell'ambiente e per la sicurezza biologica.

    sbocco

    I laureati in Biotecnologie sono autorizzati a svolgere la professione di Biotecnologo presso:
    o laboratori di ricerca e sviluppo in ambito biotecnologico, in particolare quelli farmaceutici, di chimica, di diagnostica biotecnologica, di cosmetologia e di salvaguardia ambientale;
    o enti preposti alla elaborazione di normative brevettuali riguardanti lo sfruttamento di prodotti e processi biotecnologici;
    o Università;
    o Istituti CNR;
    o altri istituti di ricerca pubblici o privati;
    o enti ospedalieri;
    o Industrie biotecnologiche. 

    I laureati triennali in Biotecnologie, possono accedere ai sensi del vigente DPR 05.06.2001, n. 328/01, tramite superamento dell'esame di Stato, alle professioni di Biologo junior (sezione B dell'Albo).

     

     

     

     

     

     

    facebook logogoogle plus logo buttonyoutube logotype